Post

Visualizzazione dei post con l'etichetta RECENSIONI INADEGUATE

La sfida: Nutella biscuits Vs Baiocchi

Immagine
Tutti parlano dei biscotti del momento: i  Nutella biscuits . Talvolta introvabili negli scaffali dei supermercati, altre volte disponibili ma con un numero limitato di pezzi acquistabili; un vero e proprio tormentone! Una semplice recensione sarebbe stata troppo scontata. Io sono da sempre un affezionato estimatore della Nutella , e ho voluto quindi mettere alla prova i biscotti Nutella biscuits con quelli che sono probabilmente i suoi più agguerriti competitor: i Baiocchi . Ma siamo pur sempre nel blog Giri-in-Moto quindi ho messo a confronto questi due dolci avversari come fosse un qualsiasi test di sfida tra due moto della stessa categoria. La sfida si è svolta all'ora di colazione, con temperatura ambiente di circa 19 gradi, umidità media. A supporto del test è stato utilizzato un the nero caldo, non bollente. Eccoci pronti per la sfida Nutella biscuits Vs Baiocchi . Chi vincerà? Funzionalità Da sempre Ferrero ha particolare attenzione nel confezionament

Test: Borse Givi Xstream da serbatoio e per sellino passeggero

Immagine
Le borse per moto Givi Xstream sono la soluzione ideale per viaggi in moto della durata di qualche giorno. Per chi sceglie di viaggiare in moto senza utilizzare i comodi (ma spesso ingombranti e di non semplice installazione) bauletti rigidi, esistono numerose tipologie diverse di borse morbide per moto  che si adattano ad ogni esigenza. La soluzione più semplice per poter viaggiare qualche giorno in moto in solitaria è utilizzare una borsa da serbatoio abbinata ad una borsa da posizionare sul sellino passeggero o sul codino della propria moto. Ho testato le borse per moto Givi Xtream in numerose occasioni, in molti weekend e in viaggi della durata di quattro o cinque giorni. Con queste borse morbide, da 15 e 20 litri di capienza, ho percorso complessivamente più di cinquemila chilometri. La borsa da serbatoio  Givi Xstream  ha una comoda tasca molto ampia con rivestimento trasparente, utilissima per tenere sotto controllo in tutta sicurezza il telefono, un piccolo tabl

Test: Casco modulare LS2 Urban Strobe

Immagine
Ho sempre utilizzato il casco integrale per andare in moto, ma ho voluto provare un casco modulare entry-level come il modello Urban Strobe di LS2 per valutarne la comodità e l'utilizzo in viaggio e negli spostamenti a breve raggio. Devo dire in generale che la soluzione modulare è molto interessante, soprattutto per il periodo estivo. Attenzione, il casco modulare va tenuto aperto solamente da fermi o a bassissime velocità in manovra , ma è una benedizione quando si sta fermi in moto con il caldo ai semafori oppure quando sostiamo in parcheggio per consultare il telefono o per controllare il navigatore sotto il cocente sole estivo. Negli spostamenti brevi il casco modulare è perfetto, mette insieme i pregi del casco jet e di quello integrale. Nei viaggi più lunghi può risultare meno efficace e più rumoroso di un casco integrale, soprattutto se di fascia base, ma se viene utilizzato con attenzione alla sicurezza è certamente una soluzione da valutare positivamente. Le cara

Test: Scarpe moto AXO Zipper

Immagine
La soluzione migliore per garantire la protezione adeguata ai nostri piedi è certamente lo stivale o la scarpa da moto alta a protezione dei malleoli. La scarpa bassa da moto come il modello Zipper di AXO può essere comunque una buona soluzione per i piccoli spostamenti o per le brevi gite domenicali in moto che prevedono qualche passeggiata. Inoltre sono certamente più adeguate alla guida della moto se messe a confronto con sneakers e scarpe sportive che molti motociclisti usano soprattutto in estate per andare in moto. Ho acquistato il mio primo paio di AXO Zipper molti anni fa allo spaccio AXO e devo dire che mi hanno accompagnato in moltissime gite in moto, soprattutto al mare e in montagna, unendo la comodità alla guida della moto (soprattutto per la comoda zip a protezione dei lacci) con la comodità di camminata nei centri cittadini, nei lungomare, in brevi tratti di sentieri sterrati. Dopo molti anni di onorato servizio e di un inimitabile rapporto qualità-prezzo, le mie

Borgo Panigale: Museo Ducati

Immagine
Un sabato di pioggia di fine autunno, la mia Ducati Monster 1200 è ferma, chiusa nel garage. Salgo in macchina, imposto il navigatore: Borgo Panigale. Museo Ducati . In autostrada si corre via lisci. Invece il traffico in tangenziale a Bologna è sempre una garanzia. Uscita Borgo Panigale. Sulla sinistra il Ducati store, poco più avanti a destra gli stabilimenti Ducati. Museo e parcheggio non sono segnalati poi così bene, non sono l'unico che con la pioggia si ferma con la macchina in mezzo alla strada per capirci qualcosa. Fosse stata una giornata di sole avrei parcheggiato la mia Ducati nel parcheggio interno, ma piove, e con la mia auto devo parcheggiare nel grande parcheggio a poche centinaia di metri, di cui finalmente ho scoperto l'esistenza. All'ingresso degli stabilimenti mi danno un badge Ducati e mi segnalano la posizione dello shop dove devo fare il biglietto per il museo. Biglietto fatto, esco dallo shop e seguo le indicazioni che mi hanno dato alla cassa.