Post

Visualizzazione dei post da Giugno, 2020

SHOP GIRI-IN-MOTO: LE NUOVE GRAFICHE PER L'ESTATE

Immagine
E' arrivata l'estate, e con l'estate è arrivato un prestigioso traguardo per il nostro blog: abbiamo superato i 10 mila follower su Instagram e i 5 mila follower su Facebook ! Abbiamo quindi pensato di festeggiare questo traguardo e l'arrivo dell'estate proponendo delle nuove grafiche per le t-shirt ed i gadget Giri-in-Moto disponibili sul nostro SHOP online . Grazie al supporto del service online Spreadshirt è garantita la qualità dei prodotti forniti e la durevolezza della stampa grafica, oltre che la capillare distribuzione su tutto il territorio nazionale. GiM GIRI-in-MOTO Nuova grafica GIRI-in-MOTO dedicata a tutti gli amici e le amiche che seguono il nostro blog e che amano andare in giro in moto! MDD Motociclista Della Domenica Nuova grafica Motociclista Della Domenica dedicata a tutti i motociclisti che come noi amano vivere con leggerezza i giri in moto, con ironia ma soprattutto con autoironia. NCZ Non Chiamarmi Zavorrina

Test: Casco modulare AGV Compact ST

Immagine
Recensione casco modulare AGV Compact ST, le prime impressioni e qualche approfondimento dopo 1000 km percorsi in sella alla mia moto indossando questo casco. Doverosa premessa: il casco modulare AGV Compact ST è un buon casco, e al momento dell'acquisto mi ha convinto per la qualità visiva e al tatto di tutti i materiali e per la precisione dei meccanismi. Il mio precedente modulare era il mio primo modulare in assoluto, era un entry-level di marca LS2 e nonostante questo mi ha accompagnato fino in Danimarca, facendo tutto sommato il suo dovere. Ho deciso per un AGV Compact ST perché mi sono sempre trovato bene con la calzata dei caschi AGV e con la qualità generale dei loro caschi di fascia media, che uniscono una buona qualità costruttiva ad un prezzo sostenibile. Devo dire però che questa volta AGV con il modello Compact ST mi ha un po' deluso... Partiamo però dalle cose positive: è omologato anche in configurazione aperta, quindi permette di poter perc

Giri in moto nel Veneto: Strada del Costo, Treschè Conca, Roana, Rotzo, Strada del Piovan.

Immagine
Un breve itinerario in moto sull'Altopiano di Asiago, due strade ricche di curve, tornanti e panorami suggestivi, con numerose possibili deviazioni. L'itinerario è facilmente raggiungibile dal casello di Piovene Rocchette dell'Autostrada A31 Valdastico. La Strada del Costo non ha bisogno di presentazioni. Ottimo asfalto, buona visibilità, tornanti ampi e pendenze delicate. Perfetto per gustarsi la strada in moto. Meglio tenere presente però che negli orari e nei giorni di punta la Strada del Costo è molto trafficata. Al termine della salita si raggiunge Treschè Conca, ed è già possibile programmare una piccola deviazione per Monte Cengio o per Forte Corbin . Da Treschè Conca si prosegue verso Cesuna, da dove è possibile un'altra piccola deviazione verso l'area Magnaboschi . Proseguendo da Cesuna verso Canove si costeggia il percorso del vecchio trenino attraversando un bellissimo tratto in mezzo al bosco. Raggiunta Canove è possibile visitare il

Giri in Moto nel Veneto: Monte Cengio e Forte Corbin

Immagine
Ci sono luoghi che fanno riflettere. Oltre cent'anni fa, durante la Prima Guerra Mondiale, il Monte Cengio , che si erge ai bordi dell'altopiano di Asiago verso la Val d'Astico, è stato teatro di una cruenta battaglia tra soldati italiani e soldati austroungarici. La battaglia si svolse tra il 29 maggio e il 3 giugno del 1916 , e proprio in questi giorni, complice il ponte del 2 giugno, ho riscoperto questi luoghi che mettono insieme l'emozione di un panorama mozzafiato, il fascino della storia, il peso del sacrificio dell'uomo. Gli eventi della battaglia del Monte Cengio e del "salto dei granatieri" sono ricordati con la statua costruita con pezzi di granata e con la chiesetta che ricorda i caduti. L' area del Monte Cengio si può raggiungere facilmente dalla Strada del Costo ed è possibile percorrere a piedi un lungo tratto della mulattiera di arroccamento del periodo di guerra, attraversando molte gallerie. Non lontano dall'area

Giri in moto nel Veneto: Piana di Marcesina

Immagine
La Piana di Marcesina si trova sull' Altopiano di Asiago , sul confine che divide Veneto e Trentino , tra Foza, Enego e la Valsugana . Questa zona è stata molto colpita dall'uragano del 2018 e i segni sono tuttora molto evidenti. Il fascino di questo luogo rimane immutato nonostante le ferite dell'uragano, ed è senza dubbio una bellissima meta per un picnic o per delle tranquille passeggiate. La strada per raggiungere la Piana di Marcesina è un po' stretta e segnata dalle intemperie ma è percorribile con qualsiasi tipo di moto. Se ci si vuole addentrare in qualche zona più tranquilla o in qualche malga è necessario percorrere qualche tratto di strada bianca, solitamente non troppo impegnativa. Può essere interessante aggiungere la Piana di Marcesina  come deviazione all'  itinerario che attraversa Gallio, Foza,Valstagna .

Giri in moto nel Veneto: Madonna del Buso

Immagine
Ci sono alcuni luoghi non troppo conosciuti che nascondono piccole ma emozionanti sorprese. Uno di questi luoghi si trova sull' Altopiano di Asiago . Tra Gallio e Forza, in zona Stoccaredo, il torrente Ghelpach ha scavato un piccolo canyon. Nelle vicinanze, la piccola chiesetta della Madonna del Buso . Un luogo tranquillo, ai lati di una vecchia strada ormai dismessa che si chiude poche decine di metri dopo l'area del piccolo Santuario. Il torrente Ghelpach non è mai stato particolarmente rigoglioso d'acqua negli ultimi anni, quindi il suo greto è attraversabile a piedi per lunghi tratti. Il torrente Ghelpach ha scavato un profondo canalone nella roccia, facilmente percorribile a piedi in assenza d'acqua. Il Santuario della  Madonna del Buso  e il canalone del torrente Ghelpach possono essere facilmente raggiunti facendo una piccola deviazione all' itinerario di Gallio, Foza, Valstagna  .