Post

Visualizzazione dei post da agosto, 2018

TEST RIDE: DUCATI MULTISTRADA 1260

Immagine
Le moto turistiche e in particolare le enduro stradali sono senza dubbio quelle al momento di maggior successo. Le due regine di questa categoria sono sicuramente la BMW GS e la Ducati Multistrada .  Negli ultimi anni ho viaggiato abbastanza in moto con lil mio Monster 1200 (percorro circa 10 mila chilometri all'anno) quindi ho pensato di avvicinarmi a questa categoria di moto per conoscerla meglio ed eventualmente valutare un futuro acquisto.  Da buon ducatista ho voluto provare il nuovo modello che ha recentemente sostituito la Multistrada 1200 .  Ho fatto quindi un piccolo test-ride con la versione base della nuova  Ducati Multistrada 1260 .  Moto bellissima, ha una "presenza importante" ma è abbastanza agile e gestibile anche in manovra. Con la moto in movimento mi sono sempre sentito sicuro (perlomeno in questo brevissimo test fatto in città e senza bagagli). I l mio misero metro e settanta di altezza mi porta ad avere qualche problema nelle manovre da f

Racconti di Viaggio: Grossglockner e Timmelsjoch

Immagine
Estate 2018. Due giorni di viaggio in moto in solitaria per attraversare il Grossglockner e il Timmelsjoch . Questi due giorni in moto con queste due bellissime tappe alpine dovevano essere in realtà i due giorni conclusivi del mio viaggio al Lago di Costanza e nella Foresta Nera.  Purtroppo in quella occasione il maltempo mi aveva fatto cambiare programma di viaggio, ma pochi giorni più tardi, complice un meteo un po' più stabile, sono salito in sella alla mia Ducati per raggiungere queste strade spettacolari. Partenza da Padova, non fa troppo caldo. Il bagaglio è leggero, sono previsti soltanto due giorni di viaggio per un totale di circa 900 chilometri. La statale per Castelfranco è già trafficata, mi accodo senza fretta al trenino di auto e camion che viaggia lenta e con noiosa fluidità. Da Belluno a Longarone il traffico è sostenibile, poi più ci si avvicina a Cortina e più c'è casino per strada. Da Cortina a Dobbiaco si ricomincia a guidare con più tranquillità.

Itinerari in moto tra Italia e Austria: Strada Alpina del Timmelsjoch (Passo Rombo)

Immagine
Questo itinerario in moto che percorre il Timmelsjoch (Passo Rombo) è lungo circa 250 chilometri con partenza da Innsbruck e arrivo a Trento , attraversando il confine tra Austria e Italia si scende a Merano e infine a Trento percorrendo Passo delle Palade , sfiorando il Lago di Santa Giustina in Val di Non . Da Innsbruck si procede verso ovest, poi si scende a sud verso località  Sölden   e si sale al Passo Rombo dal versante austriaco incontrando la stazione di pedaggio della Timmelsjoch Hochalpenstrasse  (Il pedaggio per le moto nel 2018 è di Euro 14,00, maggiori informazioni nel sito specifico ). Il pedaggio è necessario per il versante austriaco mentre il versante italiano è ad accesso libero. La strada alpina del Timmelsjoch è stata davvero una bellissima sorpresa, a partire dal museo presente nell'edificio del casello di accesso del versante austriaco. Tutta la prima parte del percorso in territorio austriaco è caratterizzata da un paesaggio quasi marziano , con

Itinerari in Moto in Austria: Strada Alpina del Grossglockner

Immagine
La Grossglocknerstrasse è tra le strade più conosciute dai motociclisti. Arrivando dall'Italia verso l'Austria, partendo da Dobbiaco , passando per Lienz, questa strada spettacolare tra Tirolo ,  Carinzia , e regione Saliburghese , immersa nel parco degli Alti Tauri,  è davvero un'esperienza unica che tutti i motociclisti almeno una volta nella vita devono assolutamente fare. L'itinerario da Dobbiaco a Innsbruck , passando per la strada alpina del Grossglockner e per la strada alpina del Gerlospass , è lungo complessivamente circa 300 km. Il tratto a pagamento della Grossglocknerstrasse è lungo circa cinquanta chilometri (Pedaggio giornaliero per le moto nel 2018 Euro 26,00, info aggiornate sul sito specifico della Grossglocknerstrasse ). Oltre al tratto stradale principale sono presenti anche due deviazioni panoramiche assolutamente da non perdere: la vista panoramica sul ghiacciaio del Grossglockner da Kaiser-Franz-Josefs-Hohe (GletscherBahn) e la vista pano

Giri in moto: un'intrusa tra le classiche

Immagine
E' la mattina di un caldo venerdì d'agosto e il ritrovo per un caffè è nel centro storico di Cittadella , splendida città murata situata pochi chilometri a nord di Padova. Conosco Luca da molti anni, complice il nostro rapporto professionale, ma solo oggi per la prima volta i reciproci impegni si incastrano alla perfezione e riesco ad infiltrarmi in uno dei suoi giri in moto . Alla BMW K75 special di Luca si uniscono una BMW K100RS, una Honda 350 Four e una Ducati Scrambler d'epoca. Dopo il caffè, controllato il set di candele di ricambio per la Scrambler (non si sa mai...) si può partire per l'itinerario panoramico verso Cima Grappa  pianificato da Luca. Cima Grappa è una destinazione da me sempre apprezzata, ma questa volta la raggiungeremo percorrendo un itinerario interessante, nuovo per tutti. La mia Ducati Monster 1200, con il suo quadro strumenti TFT ad alta definizione, i comandi drive by wire, il controllo trazione e l'ABS, stona un po' in q

Itinerari in Moto: Cima Grappa, strada panoramica di Monte Tomba.

Immagine
Questo breve itinerario in moto di circa 50 chilometri parte da Bassano del Grappa , attraversa Possagno e raggiunge Cima Grappa percorrendo la strada panoramica di Monte Tomba, Monte Palon, Malga Mure . Da Bassano del Grappa ci dirigiamo verso Possagno attraversando Romano D'Ezzelino e Semonzo. Da queste due località salgono due tra le strade più conosciute per raggiungere Cima Grappa. Noi proseguiamo invece per Possagno , dove è d'obbligo una sosta al bellissimo Tempio del Canova . A Possagno è inoltre presente il Museo Canova con la Gypsoteca Canoviana . Un museo dal fascino unico che merita certamente una visita. Da Possagno seguiamo le indicazioni per Pederobba per poi imboccare via Monte Tomba, che ci porta a salire fino alla cima dello stesso  Monte Tomba , dove sono visibili le trincee della Grande Guerra di Castel Cesil.  Questo tratto di strada regala un panorama mozzafiato sulla pianura veneta. Attenzione: la strada è molto stretta e va percorsa a bassa velo