Test ride CF Moto 450 SR

CF Moto 450 SR: test ride


L'epoca delle cosiddette "cineserie" sta tramontando? Dal sol levante arrivano proposte sempre più interessanti, non solo per il loro listino aggressivo ma anche per il buon livello qualità/prezzo. In questi ultimi anni alcuni importanti brand italiani del settore moto sono stati acquisiti da aziende cinesi, mantenendo in alcuni casi lo sviluppo R&D e il Design in Italia, per non snaturare lo spirito e la filosofia del marchio. Casi studio interessanti, che non si discostano troppo dall'approccio di branding che, ad esempio, il gruppo Audi-VW ha avuto nell'acquisizione di Ducati, con i risultati che ben conosciamo di questi ultimi anni. Certo, nel caso delle aziende cinesi, il punto forte è la produzione delocalizzata, con l'economia di scala che quel paese e quella struttura economico-produttiva può garantire. Sappiamo anche che in Cina non tutto fila proprio per il verso giusto nel garantire gli standard di vita e di lavoro a cui il nostro occidente è abituato. Ma questo è un tema molto delicato e non è questo il luogo in cui parlarne. Inoltre ognuno di noi, volente o nolente, ha a che fare quotidianamente con prodotti di origine cinese. Quello che possiamo fare quindi è raccontare, come è nostra abitudine, le sensazioni e le emozioni in sella ad una moto. E le moto cinesi di ultima generazione di emozioni ne sanno regalare moltissime, come è certificato anche dai dati di vendita nel nostro paese, con modelli come TRK sempre al vertice del mercato italiano. Le aziende cinesi a quanto pare sanno fare delle belle moto crossover e soprattutto sanno fare moto leggere e trasversali perfette per un utilizzo flessibile e per gli spostamenti quotidiani. Ma come se la cavano con le moto carenate che strizzano l'occhio alle supersportive più blasonate?

Ringraziamo Valeria Busato per il racconto della sua esperienza con la CF Moto 450 SR!



CF Moto 450 SR: la piccola supersportiva cinese con grandi potenzialità

Valeria: Oggi vi parlo della moto che ho avuto modo di provare da Settembre dello scorso anno: si tratta di una piccola supersportiva, la 450SR. Caratterizzata da un motore bicilindrico da 450cc e con 47 cv, prodotta da CF MOTO, marchio Cinese che sta spopolando in Europa negli ultimi mesi.

Personalmente, avendo sempre guidato moto naked, con lei ho iniziato ad addentrarmi nel mondo delle supersportive. Questa moto l'ho provata sia per giri brevi che giri più lunghi anche di oltre 400 km fatti sempre in giornata, su strade in pianura e su qualche passo di montagna, mentre non ho ancora avuto la possibilità di provarla in autostrada e in pista.

Nonostante sia una supersportiva, i manubri leggermente rialzati evitano di ritrovarsi troppo caricati sull’anteriore, garantendo quindi una posizione in sella più comoda e rendendo la moto molto versatile e godibile su qualsiasi tipo di strada e su percorsi sia brevi che lunghi. Anche la triangolazione sella-pedane-manubrio la trovo perfetta per la mia altezza (sono alta quasi 1,70 cm) e le mie ginocchia si posano bene nell’incavo del serbatoio.

Il peso contenuto (168 kg) e la sua semplicità, la rendono perfetta come prima moto e divertente da guidare, dando da subito molta confidenza.

Il design è molto accattivante, con linee spigolose e sportive che vanno a richiamare le supersportive più di tendenza al momento, gruppi ottici full led e tamponi già integrati nelle carene.

Il pacchetto elettronico offerto 
di fabbrica da Cf moto comprende: lo schermo TFT con navigatore e bluetooth integrato, promemoria di cambio marcia e avviso di superamento della velocità impostata. CF moto ha inoltre sviluppato una app all’avanguardia che invia notifiche in tempo reale riguardo lo stato della moto, nel caso riscontrasse eventuali anomalie o malfunzionamenti del sistema.

Con il motore non ho riscontrato nessun tipo di problema ed è sempre stato all'altezza delle mie aspettative, filando tutto alla perfezione. La frizione e il cambio sono intuitivi (da ricordare che non è dotata di quick-shift). L’accelerazione non è eccessiva, ma in linea con quanto ci sia aspetta da una moto di questa cilindrata e cavalli. Per quanto riguarda l’erogazione del motore è molto fluida e le vibrazioni non sono eccessive, nonostante sia un motore bicilindrico. Ha una buona ripresa e raggiunge la coppia massima a 7.750 mila giri/minuto.

Ho effettuato il primo tagliando della moto a dicembre ed era tutto regolare. Ho solo fatto registrare la manopola dell’acceleratore che a parere mio era troppo lassa.

Gli unici punti a sfavore che ho riscontrato sono le gomme di fabbrica (CTS Adreno) che non mi hanno mai dato troppa fiducia e che sarà la prima cosa che cambierò all'inizio della prossima stagione, sono molto dure e ci mettono tempo a scaldarsi. Sceglierei qualcosa con una mescola più morbida e che siano più sportive. Nonostante questo, ho potuto sperimentare con soddisfazione una guida divertente e intuitiva anche in inverno con temperature rigide e asfalto non proprio ideale per una sportiva. L’altro punto a sfavore è l'impianto frenante, che nonostante abbia una pinza Brembo, secondo me pecca di pressione quando si inizia ad andare più veloci e richiedere frenate più importanti. Specialmente in discesa sui passi ci si renderà conto che un doppio disco all’anteriore non ci sarebbe stato affatto male. Purtroppo inoltre la moto non è dotata di traction control regolabile, ma è una cosa comune per una moto di piccola cilindrata come questa.

Sul lato consumi mi aspettavo qualcosa di meglio (dichiarati 22 km/L) ma secondo me ne fa un po’ meno, circa sui 18 km/L, chiaramente tutto questo dipende sempre da come la si guida.

Ormai in Europa, e anche in Italia, negli ultimi anni sta prendendo sempre più piede il mercato delle moto cinesi, che grazie ai prezzi competitivi e alla qualità dei mezzi proposti iniziano a rendersi sempre più appetibili per molti motociclisti.


CF Moto 450 SR: test ride Valeria Busato

CF Moto 450 SR: test ride Valeria Busato

CF Moto 450 SR: test ride Valeria Busato


Dunque, in conclusione questa mia esperienza con la CF Moto 450SR è assolutamente positiva, con la sua dotazione ed il prezzo contenuto se comparato con le altre moto della stessa fascia, è una mezzo che assolutamente consiglierei un po’ a tutti gli amanti delle due ruote sportive. Indubbiamente il target principale è chi per primo si affaccia al mondo delle sportive, specialmente per chi vuole una moto piccola, agile e versatile senza dimenticare un design che attira sempre gli occhi dei motociclisti più curiosi.



Ringraziamo Valeria Busato per aver condiviso con noi le sue emozioni in sella alla CF Moto 450 SR.

Leggi tutti i post di Valeria per Giri-in-moto: clicca qui

Puoi seguire Valeria Busato su Instagram: clicca qui



Immagini fornite da Valeria Busato. Le immagini sono di proprietà dei rispettivi titolari del copyright.











Posta un commento

0 Commenti