TEST RIDE: Ducati Monster 937

Test ride: Ducati Monster 937


Test ride: nuovo Ducati Monster. Finalmente l'ho provato. Per un appassionato di Monster come me poter provare il nuovo Monster 950 (o 937 che dir si voglia) sulle curve dei Colli Berici è stata davvero una bella emozione. Ringrazio Ducati Vicenza che mi ha fatto provare in due differenti occasioni sia la versione standard di colore rosso sia la versione Plus di colore nero. 

Avevo già parlato in un post precedente delle mie prime impressioni dopo la presentazione online del Monster 937 (clicca qui per leggere l'articolo) e in qualche modo questo test ride ha confermato buona parte delle mie sensazioni positive e anche qualche mio dubbio. 

Riassumendo questo nuovo Ducati Monster 937 in tre aggettivi: leggero, agile, divertente


Test ride: Ducati Monster 937

Test ride: Ducati Monster 937

Test ride: Ducati Monster 937


I primi due aggettivi, leggero e agile, sono la conferma su strada delle prime sensazioni dettate dai semplici dati numerici. Con 166 kg di peso a secco e una compattezza ciclistica estremamente ottimizzata non poteva che essere così. Rimaneva qualche dubbio sul fatto che questo nuovo Monster fosse davvero divertente da guidare in tutte le occasioni. Ho provato qualche tempo fa il Monster 821 e sinceramente non mi aveva particolarmente colpito (clicca qui per leggere l'articolo). Il mio dubbio era che anche questo nuovo Monster 937 potesse in qualche modo risultare un po', come dire, insipido. Dopo averlo guidato sulle bellissime curve dei Colli Berici devo dire che è sparito ogni dubbio. Questo Monster 937 è davvero divertentissimo da guidare: potente, reattivo, cattivo quando serve, sa regalare emozioni, ma anche elastico e intuitivo quando cerchi comfort e serenità in differenti contesti di guida. E poi il sound: il motore e lo scarico sanno far spuntare sorrisi a profusione durante la guida sportiva. 

Il motore Testastretta 11° desmo da 937cc è lo stesso montato sulla mia Multistrada 950s, è quindi un motore che conosco bene. Devo dire che nel Monster 937 è stato fatto un gran lavoro per dare qualche emozione in più nella guida sportiva, ottimizzando nello stesso tempo anche la fluidità di erogazione e quindi migliorando l'esperienza di guida ad andatura turistica. Ovviamente con 166 kg di peso a secco è stato più facile poter garantire al motore un range di utilizzo così ampio nel Monster rispetto ad esempio al Multistrada. 

Le spettacolari sensazioni di guida sono completate da un ottimo impianto frenante e da una posizione di guida perfetta, perlomeno per chi come me è alto 170. Dopo quattro curve il Monster 937 diventa subito la tua moto, e non vorresti più scendere.

Vederla e provarla dal vivo su strada mi ha permesso di confermare anche qualche mia perplessità iniziale, soprattutto stilistica. Il faro anteriore è carino, ma non è particolarmente personale. La coppia di frecce anteriori sul corpo moto è di nuova generazione, ma decisamente anonima. Peccato poi che il nuovo telaio in alluminio sia così nascosto e decisamente non valorizzato. Il telaio Front Frame è una rivoluzione per il Monster, storicamente legato in passato al tradizionale telaio a traliccio. Questa innovazione poteva essere sottolineata con più vigore e con più originalità dal punto di vista stilistico o cromatico. Insomma...chi si lamenta dell'impatto estetico un po' troppo giappo non ha tutti i torti...

Altra piccola pecca, le maniglie posteriori sul sottosella passeggero praticamente inesistenti. Le immagino scomode per il passeggero, ma oltre a questo posso dire che per spostare la moto ho fatto davvero fatica ad impugnarle a dovere, e questo può mettere in difficoltà soprattutto il pubblico femminile, al quale questo Monster indubbiamente strizza l'occhiolino.


Test ride: Ducati Monster 937

Test ride: Ducati Monster 937


Riassumendo: questo nuovo Ducati Monster 937 mi ha convinto e mi sono divertito tantissimo. Ha qualche piccolo difetto di gioventù, soprattutto estetico, ma essendo l'evoluzione di un mito non è sempre facile innovare accontentando tutti. L'abbinamento del nuovo telaio front-frame con il motore desmo Testastretta 937 è semplicemente perfetto. Mi piacerebbe immaginare in un futuro non troppo lontano un Monster con il monobraccio posteriore e un po' di cattiveria in più, magari motorizzato con il V4. Ma questo Monster 937 è davvero azzeccato, e assolutamente da provare. Salite in sella e fate qualche curva, in pochi minuti ve ne sarete innamorati anche voi. 


Test ride: Ducati Monster 937

Test ride: Ducati Monster 937

Test ride: Ducati Monster 937


Se anche voi avete provato il nuovo Ducati Monster 937 o se siete i fortunati proprietari di questo iconico modello Ducati (vecchi e nuovi, purché Monster), utilizzate i commenti per condividere le vostre impressioni di guida o le vostre opinioni su questo ultimo modello. 



Commenti