Il primo giro in moto dell'anno

Colli Euganei

C'è un giro in moto ricorrente che ha significati differenti per ogni motociclista: il primo giro in moto dell'anno. Qualcuno lo vive come un momento quasi catartico, altri lo vivono semplicemente come un giro in moto qualsiasi. C'è l'abitudinario che fa sempre lo stesso giro in moto ogni anno per iniziare la stagione, c'è chi ogni anno coglie l'occasione del primo giro per salire in sella e scoprire strade mai percorse prima. Ci sono motociclisti che lasciano in garage la moto per buona parte dell'autunno e per tutto l'inverno, dando inizio alla stagione con il tepore della primavera, altri che al primo raggio di sole salgono in sella alla loro moto anche a capodanno. Non c'è un modo giusto o sbagliato di vivere le sensazioni positive del primo giro in moto dell'anno, a ciascuno la propria emozione.

Io quando posso tengo l'assicurazione sempre aperta, nella speranza che ne valga la pena. Lo facevo prima, quando nel mio garage c'era una naked non proprio adatta ai climi invernali, soprattutto lo faccio adesso che nel mio garage alla mia adorata Ducati Monster ho affiancato il versatile Multistrada 950s.

Prima di tutto io sono un abitudinario, poi ho la fortuna di avere a cinque minuti da casa una bellezza unica da percorrere in moto anche e soprattutto quando c'è poco tempo a disposizione: i Colli Euganei

Il mio primo giro in moto dell'anno è quindi scontato, immerso nei panorami straordinari dei miei colli. Non possono mancare le curve, le salite, i vigneti che si incontrano attraversando Teolo, Cinto Euganeo, Passo Roverello, Galzignano Terme, Valsanzibio, Arquà Petrarca

Così è stato lo scorso anno, nonostante la pandemia mi abbia costretto ad attendere... per godere del mio primo giro in moto ho dovuto aspettare il mese di Maggio, quando ho potuto finalmente ritirare dal concessionario Ducati la mia nuova Multistrada 950s

Multistrada 950s

Multistrada 950s

Così è stato quest'anno, subito dopo l'Epifania, quando complice una giornata di sole (e una breve parentesi di zona gialla) sono salito in sella per passare qualche ora in compagnia delle mie moto. Si, al plurale, perché dopo aver attraversato i Colli Euganei ben protetto dal vento freddo e con le mani al calduccio in sella alla Multistrada, mi sono concesso qualche chilometro anche in sella al Monster. Non ho proprio resistito...

Questo 2021 non si preannunciava molto semplice da affrontare e ulteriori restrizioni erano nell'aria, così ho preferito sfruttare al massimo un inaspettato pomeriggio di tepore. 

Con la Multistrada ho la possibilità di muovermi in offroad, su strade bianche e su strade dissestate con più tranquillità quindi dallo scorso anno al mio percorso abituale su asfalto ho aggiunto brevi tratti su stradine sconnesse immerse nel verde che raggiungono due dei luoghi panoramici più belli dei Colli Euganei, due luoghi che amo molto: il Pianoro del Mottolone e Monte Fasolo.

Pianoro del Mottolone

Monte Fasolo

Passo Roverello

Passo Roverello

Passo Roverello

Valsanzibio - Arquà Petrarca

Valsanzibio - Arquà Petrarca

Teolo

L'inverno (e la pandemia...) ci hanno temporaneamente messo i bastoni tra le ruote... il prossimo giro in moto dell'anno dovrà purtroppo attendere. E voi? Avete già fatto il vostro primo giro in moto del 2021? Lo avete programmato? E siete anche voi abitudinari come me oppure avete un animo più da esploratori?




Commenti

Post più popolari