I giri in moto di Giulia e Jole: Noisy Girlz

 

Noisy Girlz Giulia e Jole



Per viaggiare in moto non è indispensabile salire in sella ad una tourer o ad una crossover. Per viaggiare in moto è indispensabile solamente avere una buona dose di passione, conoscere il proprio mezzo, conoscere noi stessi e avere spirito di adattamento. 

Allo stesso tempo non esistono moto da uomini o moto da donne, esistono solamente moto con cui ognuno di noi crea una sintonia, oppure no.

Mi piace quindi ospitare nel mio blog chi, come Giulia e Jole, segue il proprio istinto e la propria passione, senza badare troppo ai pregiudizi. Mi piace ancor più ospitare chi è più in gamba di me a fare qualcosa. Nello specifico, Giulia e Jole hanno preparato una lunga lista di interessantissimi itinerari in moto su Google Maps, una cosa che avrei voluto fare da molto tempo con i miei itinerari e che per vari motivi non ho mai fatto. Brave quindi, Noisy Girlz, le vostre Noisy-Girlz-Maps mi sono proprio piaciute e ho voluto condividerle con i lettori del mio blog. Le trovate sul fondo del post, ma mi raccomando, cari lettori, prima di tutto non perdete l'intervista a Giulia e Jole:


Noisy Girlz Giulia e Jole

Noisy Girlz Giulia e Jole



- Parlateci un po' di voi e del vostro rapporto con il mondo delle moto

Giulia: Ciao! Sono Giulia e ho 31 anni. Nella vita faccio l’agente immobiliare, anche se spero sempre che qualcuno inizi a pagarmi per fare qualsiasi cosa in moto! Ho sempre pensato che ci fosse un collegamento tra le due ruote e la mia passione per i cavalli, che ho da quando sono nata praticamente. Ho iniziato a fare equitazione all’età di 5 anni… e quando sono diventata abbastanza grande da poterlo fare, ho trasformato la passione per le quattro zampe in quella per le due ruote. Per me la moto è sinonimo di libertà, è l’unico momento in cui veramente mi ricollego con me stessa e riesco a staccare dalla vita frenetica di tutti i giorni. Infilare la tuta, il casco… girare la chiave e sentire il motore accendersi mi dà ogni volta i brividi come la prima volta. Mi fa sentire viva!

Jole: Ciao bikers e non! Sono Iolanda ma per tutti sono Jole. La mia passione per moto e motori in generale è nata un po’ per caso, quando salita a 14 anni da passeggera su un cinquantino motard ho avuto il colpo di fulmine e da lì il pensiero fisso di poterne guidare una. Quando finalmente ho iniziato a guadagnare i miei primi soldini, il primo acquisto è stata la moto: una Aprilia RS125 due tempi, il mio primo amore (sì, sono una romanticona e sì, è ancora nel mio garage nonostante sia passata ad una cilindrata più grossa e a qualche cavallo in più). Sono perito assicurativo e spesso mi capita di aver a che fare con veicoli di ogni genere, uno degli aspetti che amo di più del mio lavoro!
Sono molto affezionata alla mia moto, quando la guido mi dà l’opportunità di entrare in un mondo tutto mio, dove ho modo di rilassare i nervi quando ne ho bisogno…e non immaginate che sorrisoni mi regala dentro al casco! <3




- Qual è il tuo giro in moto preferito?

Giulia: Fino a qualche tempo fa amavo girare completamente da sola, poi ho finalmente trovato il mio gruppetto di pazzi e la mia socia Jole con cui scorribandare in giro per i passi. Allora la moto è diventata non solo relax ma anche condivisione, sono nate delle bellissime amicizie a cui non potrei più rinunciare. Il giro più bello? Tutti i passi di montagna misto-veloce che mi portano in cima, dove il panorama è MOZZAFIATO!

Jole: Ho iniziato a girare da relativamente poco e lo scorso anno ho conosciuto Giulia e un branco di super appassionati come noi, sono più che una semplice compagnia per il giro, sono diventate care amicizie: non potevo desiderare di meglio. Con Giulia sto scoprendo a mano a mano posti fuori dalla nostra portata del classico giro giornaliero: l’anno scorso la Toscana (LA ADORO) – quest’anno abbiamo in programma le Marche ma se devo scegliere la mia meta preferita: le DOLOMITI, SENZA OMBRA DI DUBBIO.



- Che moto hai nel tuo garage? Utilizzi la moto per itinerari brevi o anche per viaggiare?

Giulia: un'Aprilia RSV4 ha recentemente preso il posto di una Yamaha MT09, e una Suzuki GSXR750. I nostri itinerari solitamente partono da un minimo di 350 km… Pranzo al sacco seduti per terra e via di nuovo in sella a macinare chilometri. Però si, in moto ci ho viaggiato in passato (con la mia vecchia Cagiva Raptor 650 sono stata in Croazia e in Corsica, che consiglio moltissimo)… e abbiamo già in programma un altro viaggetto nelle Marche per Giugno!

Jole: Attualmente ho una Yamaha R6, ci sono molto legata perché è la moto con cui “sto crescendo” e la piccola Aprilia RS125 che rimane nel mio garage in attesa di essere rimessa in strada.
Il nostro weekend è il giro in montagna, 350/400km, pranzo al volo (una cosa leggera eh) e di nuovo in strada, quando poi ho scoperto cosa volesse dire fare più giorni in moto (il primo “viaggio” aveva come tappa lo Stelvio) ho iniziato a voler organizzare e partire. Quando mi chiedono: ma perché con una supersportiva? Io gli rispondo: beh, perché no?




- Il luogo che vorresti visitare o il viaggio che vorresti fare in sella ad una moto?

Giulia: Mi piacerebbe tantissimo andare in Sardegna. Una parte della mio sangue è sardo, ci sono sempre stata in macchina e ho sempre pensato “Cavolo, ci devo venire in moto!!”… Spero di riuscirci quest'anno.

Jole: Mi piacerebbe visitare Slovenia e Croazia, fino ad arrivare ai laghi di Plitvice ma perché no, fare tutto l’arco alpino da Ovest ad Est!



- A cosa pensi quando indossi il casco e sali in moto?

Giulia: Penso solo a divertirmi… e a vedere i velox!!
Jole: Penso ad emozionarmi con il paesaggio quando siamo in passeggiata o a godermi la guida quando il passo è un po’ più “sostenuto”.



- Il modello o la tipologia di moto che preferisci?

Giulia: Supersportive!
Jole: Supersportive tutta la vita.



- La moto più bella e quella più strana che tu abbia mai guidato?

Giulia: Devo essere sincera, non ho guidato tantissime moto in vita mia. Mi è piaciuta moltissimo la Honda VFR con il motore VTEC per la particolarità dell’erogazione. La moto che mi ha rubato il cuore è e resterà per sempre la Benelli TNT Cafè Racer….
Jole: Come Giulia non ho tanta esperienza nella guida di diverse moto ma devo dire che la Honda CBR1000 ha il suo fascino.



Noisy Girlz Giulia

Noisy Girlz Jole




Ringraziamo Giulia e Jole per l'intervista e condividiamo con voi gli itinerari in moto, anzi le NoisyGirlzMaps, che sono certo saranno molto utili ai lettori del blog:


Potete seguire Giulia e Jole su Instagram: Noisy_Girlz.
Per leggere altre interviste come questa segui il Tag #Interviste






Commenti