I giri in moto di Andrea Rossi

Andrea Rossi Tester Ducati Multistrada


Avete sentito parlare spesso in questo blog di passione per le moto e delle emozioni del viaggiare in moto. Una passione raccontata sempre sottovoce, senza eccessi, con semplicità. Tra le mie passioni, ormai lo sapete, ci sono le rosse di Borgo Panigale. Ducatista da sempre, ho accolto per la prima volta nel mio garage una Ducati circa dodici anni fa. L'ultima arrivata, il Multistrada 950s, ha molto a che vedere con il protagonista di questa intervista: il tester e sviluppatore Andrea Rossi

Seguo Andrea Rossi da tempo e ho sempre apprezzato i suoi modi garbati uniti all'energia positiva che riesce a trasmettere. Al tono vivace ma sempre pacato della sua voce, si contrappone la potenza chirurgicamente esplosiva della sua guida in fuoristrada. 

Se nel mio garage oggi c'è una Ducati Multistrada è anche grazie al modo in cui Andrea ha saputo raccontare i suoi viaggi e grazie alla passione che Andrea ha dedicato nel comunicare le emozioni che trasmette questa moto.


Andrea Rossi ci racconta i suoi giri in moto e la sua passione per le maxienduro.


Andrea Rossi Tester Ducati Multistrada


- Parlaci un po' di te e del tuo rapporto con il mondo delle moto:
Andrea: Da piccolissimo mio padre mi portava in moto con lui e mi posizionava seduto sul serbatoio perché ero troppo piccolo per stare dietro, e ancora ricordo nitidamente quei momenti. Le vibrazioni, i rumori, il vento in faccia e gli odori, tutto stampato nella mia mente. Mio zio poi mi regalò una moto giocattolo elettrica e quando avevo 9 anni ho chiesto ai miei genitori una Minimoto da cross vera. Erano scettici e impauriti ma vista la mia insistenza me la comprarono. Ricordo ancora bene le giornate all'oliveto mentre tutti raccoglievano le olive, e io giravo ed esploravo il terreno di famiglia. Questa parte di esplorazione e scoperta è ancora oggi la sensazione che ricerco e che mi appaga di più quando viaggio in moto. Passavo intere giornate, avanti e indietro, nella breve strada sterrata sotto casa, e sognavo di testare le moto dei grandi immaginandomi di collaudarle per cercare di migliorarle. E' incredibile che oggi sia proprio una parte del mio lavoro quando svolgo attività di sviluppo. Spesso quando sono in sella a nuovi prototipi mi torna in mente quella breve strada, che oggi è asfaltata. Quando ho compiuto 14 anni ho potuto iniziare a fare enduro con mio padre, non ho mai amato il motocross perché girare sempre nello stesso circuito mi annoiava, mentre l’enduro era perfetto; divertimento, guida ed esplorazione. A 16 anni ho partecipato alla mia prima gara di enduro e ho continuato a gareggiare fino al 2010. Nel 2011 ho vinto una selezione nazionale per una gara internazionale in Cile e Argentina ed ho scoperto i Rally che appagavano ancora di più la mia voglia di scoperta, nello stesso anno ho anche iniziato a collaborare con Ducati su eventi dinamici. Dal 2013 ho preso parte al campionato italiano motorally vincendo nel 2015 la categoria Bicilindriche. Proprio in quegli anni Ducati aveva iniziato lo sviluppo della Multistrada 1200 enduro, per cui sono stato chiamato in causa per i test di sviluppo ed affidabilità. Per me è stato un sogno che si è avverato e che ha avuto il suo culmine con la vittoria al Transanatolia rally 2020 nella categoria Bicilindriche con la Multistrada 1260 enduro. Oggi lavoro per Ducati come tester collaudatore e come product specialist, e quello che da piccolo era un sogno è diventata realtà.

- Qual è il tuo giro in moto preferito?
Andrea: Prendo in prestito una frase del grande Enzo Ferrari e ti dico che il mio viaggio preferito sarà il prossimo, qualunque esso sia. Sarà il prossimo perché ogni volta si aggiunge qualcosa, si impara qualcosa, e si provano sensazioni nuove. Spesso non è nemmeno troppo importante la strada che stai percorrendo ma lo stato d’animo con cui lo stai facendo.

- Che moto hai nel tuo garage? Utilizzi la moto per itinerari brevi o anche per viaggiare? 
Andrea: Per il lavoro che faccio utilizzo spesso moto diverse ma nel mio garage ho una Multistrada v4s che adoro e con cui, appena possibile, voglio tornare a viaggiare, poi ho anche una moto da enduro specialistica per allenarmi in fuoristrada. La moto l’ho sempre usata sia quotidianamente sia per i viaggi, perché nulla ti da il senso di libertà che ti da il viaggiare in moto.

- Il luogo che vorresti visitare o il viaggio che vorresti fare in sella ad una moto?
Andrea: Ho avuto già la fortuna di fare alcuni viaggi in moto che sognavo, CapoNord , USA Coast to Coast, Laos, India, Cile e Argentina, ma il prossimo che vorrei fare è la Mongolia. Mi affascinano gli spazi aperti e poco abitati e il contatto con la natura più selvaggia.

- A cosa pensi quando indossi il casco e sali in moto?
Andrea: La moto è un mezzo per provare emozioni che possono essere molto diverse e che dipendono molto da cosa stai facendo. Se sto viaggiano penso a godermi il “qui e ora”, cercando di assaporare ogni odore e concentrarmi su ogni immagine che sto ammirando, diversamente se sto facendo una gara come un rally la concentrazione è sul gestire le energie e ottimizzare la guida , anticipare gli ostacoli e navigare. Se sto lavorando allo sviluppo di un veicolo i pensieri sono tutti concentrati ad ascoltare il singolo componente che stai provando e comprenderne il comportamento. Pensieri diversi, emozioni diverse, ma sempre grandi emozioni.

- Il modello o la tipologia di moto che preferisci? 
Andrea: Da fuoristradista amante dei viaggi in moto le mie preferite sono le maxienduro, per la loro versatilità e per le loro caratteristiche tecniche che ti permettono di poter proseguire il viaggio in ogni condizione di terreno e non fermarti dove finisce l’asfalto.

- La moto più bella e quella più strana che tu abbia mai guidato? 
Andrea: La moto che reputo la più bella coincide anche con la più strana che io abbia mai guidato: Ducati Desmosedici RR. Un vero mostro, praticamente inutilizzabile su strada, con un sound che fa letteralmente PAURA, lo reputo un vero e proprio capolavoro per le emozioni e la passione che riesce a trasmette anche solo ammirandola.


Andrea Rossi

Andrea Rossi Tester Ducati Multistrada

Andrea Rossi


Ringraziamo Andrea Rossi per averci raccontato le emozioni dei suoi viaggi in moto e la passione che contraddistingue il suo legame con l'esperienza in Ducati. La storia di Andrea ci insegna che quando i nostri sogni si intrecciano con la nostra caparbietà e la nostra forza di volontà, il "rischio" è che si avverino...


Segui Andrea Rossi su Instagram 


Non perdetevi i prossimi articoli, seguite il tag: Interviste

Foto credits: Andrea Rossi


Commenti

Post più popolari