Test: DJI Spark Drone

test recensione review drone dji spark


Sempre più spesso nei MotoVlog si vedono riprese fatte con il drone, e sempre più motociclisti oltre alla ormai diffusissima action-cam si dotano di questo strumento tecnologico per le riprese dei propri video durante i giri in moto.

Ho provato il drone DJI Spark e vi racconto come è andata! Il Drone DJI Spark è un drone dalle dimensioni molto contenute (cosa molto utile per chi volesse portarlo con se in moto) e dalle prestazioni molto interessanti. Questa giusta combinazione tra dimensioni compatte e prestazioni si paga, infatti il modello Spark di DJI non è un acquisto proprio alla portata di tutti.

La durata della batteria con il drone in volo è di circa dieci - quindici minuti, quindi per avere l'autonomia necessaria per portare a casa un po' di materiale video dal vostro giro in moto dovrete sicuramente valutare il fatto di dotarvi di almeno 3 o 4 batterie. Il drone DJI Spark è molto rapido (nella funzione di guida sportiva è di una velocità impressionante...) ed estremamente stabile e intuitivo da pilotare. La videocamera è di ottima qualità e l'inquadratura può essere comandata sull'asse verticale con semplicità (ma per acquisire movimenti fluidi di inquadratura è necessario allenarsi un po').

Il drone DJI Spark è dotato di numerose funzioni, tra le più interessanti per chi volesse registrare video durante qualche giro in moto ci sono sicuramente quelle che permettono di selezionare e seguire un individuo e quelle che permettono di impostare movimenti automatici circolari o a spirale che consentono di fare riprese molto accattivanti.

Tra le dotazioni tecnologiche del drone DJI Spark ci sono anche utilissimi sensori di prossimità che impediscono impatti accidentali. Attenzione però, a certe velocità e contro ostacoli infidi come i rami degli alberi, i sensori non permettono al drone di fermarsi in tempo e l'impatto è inevitabile, come ho potuto vedere con i miei occhi... Il drone è comunque molto solido e le eliche sono resistenti agli urti accidentali.

Non avevo mai pilotato un drone prima d'ora, devo quindi ringraziare l'amico Checkey per questa possibilità. Ho potuto tra l'altro vedere le differenze con un drone di una precedente generazione e confrontarli. In pochi anni le dimensioni dei droni sono cambiate riducendosi sensibilmente, così come la cura nei dettagli estetici che è cresciuta molto. Ma la cosa più sorprendente è la semplicità di pilotaggio, che in pochi anni grazie a stabilizzatori sempre più sofisticati è migliorata moltissimo. Per pilotare un drone qualche anno fa erano necessari molta sensibilità e molto allenamento. Con i nuovi droni è tutto molto più semplice, ed è possibile volare in tutta sicurezza anche alla prima esperienza.

Ma vale la pena acquistare un drone per registrare video nei vostri giri in moto? Se siete un MotoVlogger abituale probabilmente si. Per un motociclista qualunque potrebbe essere una spesa  impegnativa e non del tutto giustificata. Per poter registrare video di qualità, con semplicità e in tutta sicurezza, è necessario utilizzare un drone con dotazioni tecnologiche di medio-alto livello e di dimensioni molto compatte. Mentre una action-cam può essere utilizzata anche in molte altre occasioni, l'utilizzo di un drone al di fuori dei vostri giri in moto potrebbe essere molto limitato...

Certamente il DJI Spark è un ottimo drone, ed è divertentissimo da pilotare!

Il video di prova (con impatto finale sugli alberi!!!):






Commenti

Post più popolari