Motor Bike Expo 2019

MBE2019

Il Motor Bike Expo di Verona è il regno degli accessori per moto. Ma non solo.

Il periodo che va dalla fine di autunno fino alla fine dell'inverno per noi motociclisti della domenica è sempre troppo lungo. Non vediamo l'ora che arrivino i primi accenni di primavera per poter salire di nuovo in sella alle nostre moto. In questo periodo dell'anno ci divertiamo a immaginare l'acquisto di una nuova moto o di nuovi accessori per personalizzare la nostra compagna a due ruote. A questo proposito ci vengono in aiuto due eventi del settore: EICMA a fine Novembre, e MBE in pieno inverno, a Gennaio. Se l'EICMA di Milano è il regno dei nuovi modelli di moto, il Motor Bike Expo di Verona è il posto giusto per vedere i migliori accessori in circolazione. Tutto questo condito con belle donne, gare di drifting e motocross, esibizioni bikestunt, e ovviamente con una buona dose di street-food.

Motor Bike Expo è quindi sinonimo di personalizzazioni, ma a 360 gradi. Non solo custom e cafe racer, ma anche accessori per moto touring, off-road e sportive. Non mancano ovviamente anche abbigliamento, caschi, riviste del settore, scuole di guida... tutto quanto è inerente o limitrofo al mondo del motociclismo.

Anche nel 2019, come lo scorso anno, non ho potuto rinunciare al Motor Bike Expo.
Il racconto della mia giornata inizia con un cielo plumbeo, ma senza pioggia. Faccio colazione con calma. L'autostrada è affollata. Casello di Verona sud, evitiamo un po' di coda girando al largo su qualche strada secondaria. La coda di visitatori di fronte all'ingresso principale della fiera è davvero infinita, nonostante sia quasi ora di pranzo. Troviamo parcheggio all'ultimo piano del silos. Una breve passeggiata verso la biglietteria. Spunta il sole. Si sentono chiaramente i rumori dei motori che provengono dal piazzale della fiera.

Ad accoglierci all'ingresso in fiera una fumante esibizione di drifting, nel piazzale a fianco le esibizioni di bike stunt. Il sole è timido ma intiepidisce l'atmosfera di questo sabato d'inverno. Ci infiliamo nel padiglione 1 e ci immergiamo in un'atmosfera custom che ci accompagnerà anche nei padiglioni 2 e 3. Tra un padiglione e l'altro trovano posto delle bellissime auto d'epoca americane. Non sono un grande amante dello stile e delle moto custom ma c'è sempre qualcosa di bello e affascinante da vedere.  Nei padiglioni 4 e 5 l'atmosfera si trasforma e si avvicina di più ai miei gusti personali, cafe racer e street bikes. Non mancano gli stand delle principali case motociclistiche con alcune novità commerciali che avevo già visto ad EICMA e altre proposte speciali presentate appositamente per questo Motor Bike Expo. E' il momento di dare spazio anche ad un po' di PR, ma rapidamente la fame inizia a farsi sentire. Gli stand gastronomici esterni sono affollati, i bar interni non sono da meno. Ci rifugiamo di nuovo al padiglione 1 per una piadina ad un camper dallo stile streamline. Scopro che al padiglione 1 espone anche un mio mito assoluto... il maestro Shinya Kimura. Se non sapete chi è e cosa fa, guardatevi questo video. E' arrivato il momento di visitare i padiglioni 6 e 7, dove regnano le stradali e le touring. Al padiglione 6 incontro un po' di vecchie e nuove conoscenze. Tappa d'obbligo allo scuolabus giallo di Women Motors BootCamp, un bellissimo progetto per le donne motocicliste che ho conosciuto grazie ad Ilaria di Ladies Scaligere. Incrociamo Dj Ringo tra i corridoi del padiglione 6, è tempo degli ultimi saluti prima di organizzare il rientro a casa. Non prima di aver fatto un ultimo passaggio al padiglione 1 per una foto con il maestro Kimura. Una ultima emozione per chiudere in bellezza questa giornata al Motor Bike Expo di Verona.

Puoi vedere il reportage fotografico della mia giornata al Motor Bike Expo nella mia Pagina Facebook.


Commenti

Post più popolari