Post

Il viaggio in moto di Cristian ed Alessia: un itinerario inaspettato

Immagine
Cristian ed Alessia sono poco più che ventenni e hanno deciso di passare le loro vacanze estive a spasso per le strade della Svizzera. Ma non tutto andrà come era previsto... Il racconto dei 1600km in sella alla loro Yamaha MT09 Tracer: 21 agosto: si parte, direzione: Francia! Eh si perché l'itinerario svizzero che Alessia ed io avevamo programmato scrupolosamente durante le ferie sulle spiagge di Gran Canaria salta all'ultimo momento, causa previsioni meteo davvero disastrose. Quindi Alessandria, Barolo e le sue stupende colline, Cuneo e arriviamo al colle della Maddalena. Tutto molto bello, ma non gli dedichiamo troppo tempo, sappiamo che tra non molto raggiungeremo il colle della Bonette, e siamo ansiosi di scoprirlo! Che dire... merita davvero! Asfalto fantastico e paesaggio da 10 e lode, si passa da prati verdissimi a distese di roccia arida. La salita al colle sembra infinita (ed è una vera fortuna...). La sera pernottiamo a Guillaumes, prenotando durante la paus

Il viaggio in moto di Denise e Davide: due settimane tra Francia e Germania.

Immagine
Per Denise e Davide, abituati alle spiagge della Costa Brava e all’afa della Catalogna, la preparazione dei bagagli per il viaggio in moto in Francia e Germania inizia con il grande dubbio amletico che accomuna molti motociclisti: cosa mettere in valigia? Il racconto del loro viaggio in moto: Cosa metteremo quest’anno in valigia? Ci troviamo subito dubbiosi sull’abbigliamento che ci accompagnerà in questo viaggio in moto. Non andremo verso ovest, meta privilegiata per le nostre vacanze on the road estive. Saliremo un verso nord, per trascorrere quindici giorni scorrazzando tra Francia e Germania, alla ricerca del villaggio di Hansel e Gretel e del bretzel più buono. Ed è così che al posto di costume e pantaloncini, riempiamo il nostro (ahimè) modico spazio del bauletto con felpe pesanti e pile... neanche la meta fosse Capo Nord! Bando alle ciance, fare la valigia per le vacanze è la cosa più bella che ci sia! Ed è così che con le borse piene carichiamo la nostra Africa Twin

Il viaggio in moto di Mia: la MotoBarista che sfida i passi di montagna.

Immagine
Per Mia tutto ha un inizio ed una fine, ma è il percorso che viviamo nel mezzo a fare la differenza. Affrontare questo viaggio è stato qualcosa di speciale, e questo è il suo racconto: Sono partita dalla Pianura Padana, da quel piattume che spesso annoia, ma se lo percorri con la consapevolezza di chi sa che salirà verso il cielo, anch'esso può essere entusiasmante. Sono uscita dall'autostrada all'altezza di Piacenza per poi raggiungere la verdissima ed intricata Val Trebbia. Sosta degna di nota nel paesino di Bobbio ed in particolare il ponte romano "Gobbo" noto per un'antica leggenda e per essere stato probabilmente lo sfondo alla "Gioconda" di Leonardo. Continuo cavalcando il confine Ligure-Piemontese, tra salite, discese, e anche un po' di sterrato inaspettato. Giungo finalmente tra le morbide curve e l'asfalto curatissimo delle Langhe piemontesi ed i famosi noccioleti di Alba. Infine mi attende quello che sarà il mio punto base di

Il giro in moto di Luca: Livigno, Gavia e Stelvio

Immagine
Luca ama la montagna e in particolare la zona di Livigno, questo è il racconto del suo giro in moto tra le sue montagne preferite: Se fosse vero che esiste una vita precedente, io sicuramente avrei vissuto la mia in un paese di montagna nella zona di Livigno. Mi sono innamorato di queste montagne, di questo paese, di questi posti, non tanto per la parte commerciale, negozi vari ( visto che è zona franca), quanto per i sentieri da percorrere, l’immensità delle montagne di cui è attorniato, e la cordialità delle gente che vi abita. Tutto questo per dire che appena mi capita l’occasione in estate ci salgo spesso in moto sbizzarrendomi nelle varie possibilità di percorso per raggiungerlo e godendo appieno del paesaggio. Noi che amiamo la moto, sappiamo bene che l'auto non da certe sensazioni. D'estate per raggiungere Livigno si può fare tappa su famosi passi alpini, vedi il passo dello Stelvio, il Bernina, il passo Tonale, ed il più selvaggio passo Gavia. Ed è pro

Il viaggio in moto di Valentina e Matteo: 2200 km in compagnia della loro BMW R100 del 1981

Immagine
Valentina e Matteo, prima di partire per il viaggio in moto di 2200 km con la loro BMW r100 del 1981, hanno pensato molto a come sarebbe stata questa esperienza e quali difficoltà avrebbero potuto incontrare. La destinazione era certa, le tappe intermedie un po’ meno, hanno fatto e rifatto bozze di itinerari fino a decidere di partire, spinti dalla voglia di vivere la loro piccola, grande avventura in moto! Il racconto di Valentina e Matteo: Si parte di prima mattina e dopo qualche ora arriviamo a Verona, precisamente in località Spiazzi. Andiamo ad ammirare il bellissimo Santuario della Madonna della Corona a strapiombo sulla Valle dell’Adige, un panorama mozzafiato che meritava una visita. Troviamo da dormire in centro a Verona (ebbene si c’è un campeggio in centro città a Verona...) e la sera ci concediamo un giro in questa bellissima città. Il mattino dopo ripartiamo e pensiamo di fermarci a Trieste, ne abbiamo sempre sentito parlare come di una città molto bella e possia

Il viaggio in moto di Giuseppe e Tiziana: cinque giorni sulle Alpi, senza navigatore!

Immagine
Giuseppe e la sua zavorrina Tiziana hanno trascorso cinque giorni sulle Alpi, in sella ad una Honda Black Spirit 750, lasciandosi guidare dalla strada, dalla cartina geografica e dagli appunti di viaggio, alla vecchia maniera, senza l'ausilio del navigatore... Il racconto del viaggio in moto di Giuseppe e Tiziana: Il 19 agosto io e Tiziana, rigorosamente senza navigatore ma "alla vecchia" con cartine e appunti, siamo partiti da Nembro (BG) a cavallo della ns. HONDA BLACK SPIRIT 750 caricata al massimo; una borsa da serbatoio, due borse laterali, uno zaino in spalla e un mega-borsone sostenuto da un portapacchi modificato artigianalmente, adattando un sostegno in metallo da parete per TV a tubo catodico...  Abbiamo iniziato con il Lago di Lovere, P.so Crocedomini, Lago di Molveno, val di Fiemme, P.so Sanpellegrino, Lago di Alleghe e arrivo ad Arabba ai piedi del P.so Pordoi., e abbiamo capito che le previsioni di caldo africano non riguardavano le Alpi...

Il viaggio in moto di Antonio: 6000 chilometri in solitaria, in sella alla sua monocilindrica

Immagine
I chilometri di viaggio per la precisione sono 6253, percorsi in solitaria, in sella alla sua moto naked monocilindrica, una Yamaha MT03. Il racconto a tappe dei quindici giorni di viaggio di Antonio: Solofra > Lago Maggiore Partenza alle 3:30 di notte il primo giorno è di spostamento, in quanto percorro 1000km, arrivando al lago maggiore alle 19 ed una volta arrivato percorro anche il giro completo attorno al lago. Lago Maggiore > Strasburgo Sconfino per ben tre volte, ovvero, Italia>Svizzera Svizzera>Germania Germania>Francia. Subito noto la bellezza delle montagne e paesaggi che offre la Svizzera. La sera mi fermo a Strasburgo per ammirare la sua maestosa Cattedrale. Strasburgo > Parigi Parto per Parigi in cui arrivo il pomeriggio, tempo di sistemare i bagagli, e la sera si esce per ammirare la Torre Eiffel brillare. Sosta a Parigi La si passa interamente a piedi in giro a visitare la città. La mattina salgo sulla Torre Eiffel, quota 280 metri. Dopo

Il primo viaggio in moto di Francesca: Slovenia, in solitaria.

Immagine
Francesca dopo più di un anno in compagnia della sua moto è riuscita a mettere da parte impegni universitari e lavorativi per organizzare un weekend in moto, ma non un weekend qualsiasi... il suo primo viaggio in solitaria in moto! Il racconto di Francesca: A metà aprile, prima di Pasqua, ho preparato e caricato la moto, mi sono armata di tuta antipioggia, kit pronto soccorso (obbligatorio) e costume da bagno per andare alle terme in Slovenia. Sono partita da sola, sì, un venerdì mattina, da Udine. C'erano 7 gradi, me lo ricordo benissimo. Quando ho progettato il viaggio pensavo "beh a metà aprile ormai sarà caldo". Sì, come no. Con la moto super carica, e l'emozione a mille, sono partita verso Tarvisio. SS13 verso nord. Pensavo a Chiusaforte di fare la strada che fa il passo di Sella Nevea, meno trafficata e molto più divertente, ma date le temperature e la neve ancora a bassa quota ho rinunciato e ho proseguito per la Pontebbana, con l'idea di fermarm

Il viaggio in moto di Freddy e Patty: i castelli dell'Europa Centrale

Immagine
Il nostro lettore Freddy e la sua zavorrina Patty condividono 30 anni di vita insieme e lo scorso luglio, nel bel mezzo di un’estate cominciata con un gran caldo, decidono di farsi un bel giretto in moto, il loro secondo viaggio insieme dopo l’acquisto della V-Storm dello scorso anno. Il racconto del loro viaggio in moto, iniziando dai preparativi: Quando si organizza un viaggio non è semplice o scontato, bisogna dare un senso alla voglia di libertà che la motocicletta ti concede e quindi provare a dargli un senso, una sorta di "fil rouge” che accomuni gli spostamenti, e di conseguenza le aspettative e le meraviglie che ne conseguono. E fu così che il primo giorno d’estate mi metto volenteroso al PC con la brama di acquisire più informazioni possibili su eventuali mete: più leggevo e più mi appassionavo; più sapevo e più pensavo che si, ok, una sola settimana, ma che sia una settimana da dio, e con un “fil rouge” adatto alla mia signora! Lo abbiamo ribattezzato Tour Cast

I vostri viaggi in moto... su Giri in Moto!

Immagine
Le vacanze estive sono ormai lontane, l'autunno ci lascia ancora un po' di tregua per poter fare qualche giro in moto di fine stagione, per molti sono le ultime occasioni di uscire prima di rimettere in garage la moto per il periodo invernale... per tutti è il momento ideale per tornare a rivivere i viaggi in moto di quest'anno, con un po' di malinconia ma anche con il sorriso che nasce spontaneo al ricordo delle strade, dei luoghi e delle persone che ci hanno emozionato in questi mesi. In questi due anni i lettori del blog e i follower dei social di Giri in Moto sono cresciuti costantemente ed è stato un vero piacere condividere con voi le emozioni dei vostri viaggi e dei vostri giri in moto. Per questo motivo quest'anno ho voluto dare spazio nel blog Giri in Moto ai racconti di viaggio dei lettori, per rendere questo blog più vostro e più aperto alle vostre emozioni e alle vostre esperienze. Nei prossimi giorni verranno quindi pubblicati i racconti di viagg

Giri in moto in estate: la sicurezza prima di tutto

Immagine
Estate, fa caldo, e viene voglia di vestirsi poco, anche quando si va in moto. La vita però è fatta di priorità, e la sicurezza deve essere sempre messa al primo posto , soprattutto quando si va in moto. La moto è un mezzo di trasporto e spostamento ideale per l'estate (soprattutto se si frequentano le località balneari) ma shorts, canottiera e infradito non sono l'abbigliamento giusto per mettersi alla guida. Anch'io utilizzo la mia moto per piccoli spostamenti con pantaloni corti e t-shirt, ma mi impongo di non superare mai i 60 km/h, velocità che potrei raggiungere anche con un piccolo scooter qualsiasi, evitando sorpassi e altre manovre a rischio. Anche in questi casi comunque, oltre ovviamente al casco, indosso sempre scarpe robuste (facendo sempre attenzione a bloccarne i lacci per non creare impiglio con i leveraggi della moto) e guanti, sempre. Molti utilizzano la moto principalmente durante i weekend estivi e le vacanze estive. Fare un giro in moto in estate

Racconta il tuo viaggio a Giri in Moto!

Immagine
Siete pronti a raccontare il vostro viaggio in moto ? Non importa se il viaggio lo farete quest'estate, se lo avete già fatto nei mesi scorsi o se lo avete fatto qualche anno fa. Se avete voglia di condivedere le emozioni e le sensazioni di un vostro viaggio in moto e vederle pubblicate sul blog Giri in Moto non dovete fare altro che scrivermi una mail a mail@giri-in-moto.it fino al prossimo 8 settembre. Il vostrò racconto dovrà essere inviato con un allegato di testo (preferibilmente in formato .rtf) ed essere non troppo breve, non troppo lungo (diciamo che una paginetta word a corpo 11 è la lunghezza giusta...). Il racconto dovrà inoltre essere corredato da almeno una foto scattata in orizzontale (preferibilmente in formato jpg dimensione minime 800x600 px), o massimo tre foto (non di più, grazie!). Le storie più belle verranno pubblicate sul blog e riceveranno in regalo gadget e T-Shirt Giri in Moto! Agosto si avvicina! Finalmente molti di noi potranno scappar

Vita da moto blogger: il dietro le quinte di un post di Giri in Moto.

Immagine
I motivi per aprire un blog di qualunque tipo sono molteplici, i perché scrivere di moto in un blog sono altrettanto variegati. Io scrivo di giri in moto nel mio blog soprattutto per divertimento e passione. Mi piace scrivere. Mi piace andare in moto. Semplicemente. Ho già spiegato perché è nato questo blog , ho già spiegato l'approccio che ho nello scrivere su Giri in Moto, e ho già raccontato la mia storia personale . Con questo post voglio raccontarvi il dietro le quinte di un blog, cosa si nasconde dietro la realizzazione di un post per Giri in Moto . Su Facebook e Instagram i miei follower sono qualche migliaio, crescono lentamente ma costantemente, soprattutto stanno crescendo le interazioni con chi mi segue sui social e con chi mi legge in questo blog. Qualcuno più critico si domanda perché lo faccio e cosa ci guadagno, altri semplicemente più curiosi si chiedono quante energie e quanto tempo sono necessari per gestire un blog, magari perché a loro volta vorreb

Comparativa pneumatici: Diablo Rosso II, Qualifier 2, Battlax S21.

Immagine
Vi propongo una comparativa tra tre diversi pneumatici che ho utilizzato in questi ultimi tre anni: P irelli Diablo Rosso II, Dunlop Qualifier 2, Bridgestone Battlax S21 . Nello specifico la mia Ducati Monster 1200 monta all'anteriore un 120/70R17 e al posteriore un 190/55R17. Non è mia intenzione entrare nei dettagli tecnici da tester professionisti, vi voglio semplicemente raccontare le mie sensazioni di guida e le impressioni da motociclista della domenica . Premessa: mi sono trovato bene con tutti e tre questi pneumatici, ognuno di questi ha pregi e difetti che dipendono soprattutto da come utilizzate la vostra moto e da che tipo di sensazioni privilegiate durante la guida. Questa comparativa infatti è più che altro una scusa per consigliarvi di fare attenzione alla tipologia di pneumatici che scegliete per la vostra moto, senza farvi troppo condizionare dalle chiacchiere da bar o dalle offerte del momento. Scegliere pneumatici giusti per il modo in cui usate la vostra

Long Test: 10 mila chilometri con le Bridgestone S21 Battlax

Immagine
Le Bridgestone Battlax Hypersport S21 hanno già qualche anno di vita sul mercato (Bridgestone ha introdotto le S22) ma sono ancora una ottima scelta per chi vuole pneumatici con caratteristiche trasversali che possano garantire flessibilità di utilizzo e lunga durata. Le ho utilizzate sulla mia Ducati Monster 1200 per oltre 10 mila chilometri , una percorrenza che non avevo mai raggiunto con altri pneumatici, garantendo fino all'ultimo ottime sensazioni di guida. Le S21 hanno un pneumatico posteriore trimescola e questa tecnologia garantisce uno specifico comportamento dei matriali in ogni condizione di guida, dalla più sportiva alla più turistica. Sono la scelta ideale per chi come me ha una naked sportiva che utilizza sia per le gite domenicali che per fare qualche viaggio più impegnativo. Rispetto a pneumatici più sportivi le Bridgestone Battlax Hypersport S21 necessitano di un po' di tempo in più per scaldarsi e andare in temperatura ottimale di utilizzo , sopratt